La prima cena
Non si scorda mai

Autore: 03 dic 2018

Eravamo un po’ scettici sull’avere a cena ospiti, significava dedicare almeno mezza giornata alla cucina, apparecchiare la tavola e soprattutto intrattenere gli ospiti fino a tardi, figuriamoci abituati ad andare a dormire alle 9.30-10 quanto sarebbe stato snervante!

Ed ecco arrivare, puntuali alle 8.30, un gruppo di giovani allegri ed entusiasti, la serata vola, si parla con tutti anche dei nostri nonni, quei cari che ci hanno lasciato tanti bei ricordi ed esperienze. Mentre parliamo un ragazzo ci fa notare che si può ascoltare il crepitio del fuoco del camino, effettivamente sono pochi i rumori che abbiamo intorno e possiamo dire a Km di distanza. Nessuno di noi ha preso in mano uno smartphone, ma è possibile? Forse hanno un impianto sottocutaneo collegato direttamente con la mente e noi ancora non ne sappiamo nulla?…

Alla fine questi giovani ci hanno infuso un coraggio da leoni, siamo pronti a staccarci dalla bolla isolata della nostra rurale quotidianeità riscoprendo il valore della comunicazione con gli altri. Descrivendo e condividendo i nostri sogni il loro entusiasmo ci ha riacceso come le luci di un albero Natalizio.

Grazie a tutti per la serata ed auguri di una vita piena di soddisfazioni e di stupore come è la nostra, a presto!

Vuoi Informazioni?

Invia adesso la tua richiesta.

info@ilcardoblu.it